Gru di banchina, architetto torinese vince il concorso di idee

Un progetto da quasi 800mila euro. Questo è il vincitore del concorso di idee che il Comune ha lanciato per la gru di banchina, l’ultima della città, che nel luglio del 2015 è stata rimossa dopo un tira e molla durato a lungo tra amministrazione e Autorità portuale. A darne notizia per primo è stato il sito Ravenna Today. Il risultato del concorso è stato pubblicato sul sito internet del Comune. L’idea è stata presentata dall’architetto Carlo Malerba di Torino che ha battuto con 70 punti quattro colleghi.

Nel progetto vincitore il trasbordatore viene in pratica sezionato e trasferito a terra, in tutte le sue parti. Solo la struttura base viene rimessa nel luogo originario, a 6,5 metri da terra, con una passerella che sarà il nuovo punto panoramico per gli spettatori. Le altre parti della struttura vengono riutilizzate. Un trasferimento che, ricorda in sintesi la relazione, era in fondo la funzione originaria della gru. La manica, ad esempio, viene posta dal progetto “a collegamento della banchina con la piazza galleggiante”.  L’idea vincitrice prevede anche la ristrutturazione del magazzino adiacente al trasbordatore. Il progetto  sarebbe realizzato in quattro lotti: si partirebbe dal recupero della gru, poi verrebbe realizzata la piazza galleggiante. Terzo lotto riguarda il magazzino e, infine, l’ascensore per raggiungere il punto panoramico. Chi fosse interessato alla relazione tecnica nei dettagli, senza accontentarsi del nostro riassunto, può trovarla qui. 

Qui, invece le due tavole ( 12 ) che illustrano le nuove prospettive.

La base della gru diventerebbe un punto panoramico
La base della gru diventerebbe un punto panoramico

Il progetto secondo classificato, presentato da uno studio di Roma, prevedeva invece la ricollocazione della gru nello stesso punto, lasciandone sostanzialmente inalterato il profilo nelle sue strutture principali e costruendo alla base uno spazio polifunzionale. Ribattezzato “giraffa”, il progetto prevede una struttura portante in legno, ben illuminato. La stima del costo dell’opera è di 45.262 euro. Qui la relazione e le tavole 1, 2 e 3

Gru di banchina, secondo classificato
Gru di banchina, secondo classificato

Terzo classificato uno studio riminese che ha presentato un progetto in cui in sintesi si prevede una struttura reticolare che ricrea il volume del vecchio trasbordatore, pur se con un profilo diverso, con piani rialzati (qui i dettagli, in due parti) . Costo previsto: 32.500 euro.

Gru di banchina, terzo classificato
Gru di banchina, terzo classificato

I primi tre classificati sono stati premiati rispettivamente con settemila, tremila e duemila euro. Va ricordato che i concorsi di idee non per forza si trasformano in progetti esecutivi. Un po’ tutte le amministrazioni sono pieni di progetti vincenti rimasti nei cassetti, perché troppo costosi o perché rinviati e poi diventati inattuali. Quel che sinora è certo è che l’amministrazione ha preso l’impegno, un anno e mezzo fa, di rimettere al suo posto il trasbordatore di banchina. Hanno partecipato in tutto cinque studi di architettura.